Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) - Edilizia

Ultima modifica 5 gennaio 2021

Scheda del servizio


Cos'è

Occorre presentarla nel caso di interventi edilizi minori quali manutenzione straordinaria, risanamento conservativo e varianti in corso d'opera.
Con l’entrata in vigore della legge 31/07/2010 n° 122, l’art. 49 bis riscrive e sostituisce integralmente l’art. 19 della legge 07/08/1990 n° 241, che regolamentava la disciplina della Denuncia di Inizio Attività, sostituendo la stessa anche per gli interventi di carattere edilizio.
Dalla dottrina ad oggi pronunciata ed alla luce di quanto comunicato dalla Direzione Generale Territorio ed Urbanistica della Regione Lombardia con nota del 08/10/2010, risulta quindi che le opere edilizie minori di cui all’art . 22 del D.P.R. 380/2001, consentite con la D.I.A., vengono assentite attraverso la S.C.I.A. (segnalazione certificata di inizio attività).


Cos'è utile sapere

E’ regolamentata dalle disposizioni normative dell’art. 49 bis della legge 31/07/2010 n° 122 in attuazione dell’art.. 22 del D.P.R. 06/06/2001 n° 380 e degli artt. 41 e 42 della L.R. 11/03/2005 n° 12.

Requisiti

Essere proprietario dell’area o del fabbricato oggetto dell’intervento od averne titolo

Come fare

Presentazione al protocollo del Comune attraverso l’utilizzo dell’apposita modulistica, predisposta dagli uffici comunali, corredata dalla documentazione richiesta e riportata in modulistica, sottoscritta dal dichiarante, dal progettista, dal direttore dei lavori, dall’impresa esecutrice che ai sensi dell’art. 46, 47 e 76 del D.P.R. 28/12/2000 n° 445 dichiarano, sotto la propria personale responsabilità, la conformità dell’intervento a tutte le leggi e normative di carattere urbanistico/edilizio, sanitario e di sicurezza.

In quanto tempo

Non risulta necessario attendere atti autorizzativi del Comune in quanto le allegate asseverazioni con le quali vengono dichiarate le conformità delle opere alle norme urbanistiche ed igienico-sanitarie, garantiscono la regolarità della pratica.
Permette di iniziare le opere contestualmente alla presentazione al protocollo della modulistica e l’Amministrazione Comunale nel termine di 60 giorni accerta l’eventuale carenza dei requisiti e dei presupposti della segnalazione stessa.

Quanto costa

Da un minimo di € 70,00 ad un massimo di € 670,00 per diritti di segreteria, secondo la fattispecie dell’intervento.

Validità del documento

L’inizio dei lavori, se non contestualmente comunicato, dovrà essere preventivamente segnalato al Comune entro un anno dalla data di segnalazione e gli stessi dovranno essere ultimati entro tre anni, dalla data certificata di inizio dei lavori.

Dal 01 Gennaio 2020 è attivo il Portale digitale SUE per la presentazione dell'istanza raggiungibile dalla home page o cliccando sul sottostante link.


» SUE DIGITALE - PRESENTA LA PRATICA

AVVISO CHIARIMENTI DEPOSITO PRATICHE EDILIZIE DAL 01.01.2020
Allegato formato pdf
Scarica